ASSOCIAZIONE SICILIANA CACCIA E NATURA
Home
Chi Siamo
Obiettivi
La Struttura
Cinofilia
Caccia e Natura
Ambiti T. Caccia
Cal. Venatorio
I Convegni
Itinerari Sic.
Leggi e Decreti
Notizie Utili
Tesseramento
In. Parlamentari
Indirizzi Utili
Dicono di Noi
Dicono di Loro
Risate a ...
Le Ricette
Tiro a Volo
Le Novità
A.S.C.N. Informa
Ricerca
Esami Venatori
La Nostra Pagina
linea.gif (1154 byte)

obiett.jpg (14755 byte)

linea.gif (1154 byte)

     Dedicare particolare attenzione ai parchi regionali, alle riserve naturali ed oasi per l’importanza che queste aree rivestono, modificare l’opinione corrente, imposta da alcune frange estremiste di pseudo-ambientalisti, di proteggere tali zone ponendole sotto una campana di vetro e impedendo di fatto a chiunque di accedervi.

     Tale visione distorta su come proteggere l’ambiente ha creato grandi parchi che per la loro stessa dimensione si sono rivelati ingestibili e costosissimi e, a parte il poter dire "abbiamo il più grande parco d’Europa" come nel caso del parco dei Nebrodi, nulla ha fatto per migliorare il territorio e li ha resi odiosi alle popolazioni costrette a viverci, trattate da "sudditi" e non da cittadini italiani.

     E’ indispensabile riportare i vari parchi a dimensioni più accettabili, permettere alle popolazioni limitrofe di poter continuare le loro attività in modo da non farli vedere come delle sventure imposte dall’alto, ma qualcosa di veramente utile e produttivo.

     Proponiamo il recupero di certe aree depauperate riportando queste zone al vecchio splendore faunistico e ambientale.

     Non vogliamo essere più vittime involontarie di leggi assurde ed inaccettabili, intenzionati a non subire violenze morali, materiali e psicologiche da parte di quelle sparute minoranze estremiste che si definiscono a torto ambientalisti.

     L'impegno per il 1999 è finalizzato, sia nel campo della caccia, sia in quello ambientale al raggiungimento di tre precisi obiettivi:

  1. dare certezza al diritto di una caccia libera intervenendo sulla normativa regionale e ove possibile in quella nazionale;
  2. migliorare l’immagine del mondo venatorio e del comparto delle armi e munizioni sportive;
  3. promuovere azioni di protesta e legali contro i nemici giurati della caccia che non accettano un civile dialogo.

 

Precedente Home Successiva